Archivi per la categoria ‘linguaggio del corpo’

Quando si tratta di offendere innavvertitamente un’ altra cultura,gli americani sono imbattibili.

Gran parte degli statunitensi non hanno il passaporto
e credono che il resto del mondo sia e la pensi come loro.

Ecco un gesto tipico che simboleggiante la squadra di football Texas Longhorn.


Nel tifoso l’indice e il mignolo rappresentano le corna del toro,come noto a quasi tutti gli americani.

In Italia il gesto che simbolleggia una squadra americana di football
è un offesa che può costare il carcere.

In Italia lo stesso gesto viene usato per indicare che un uomo è cornuto.

Nel 1985 cinque americani sono stati arrestati a Roma per aver esultato e fatto il gesto delle corna in Vaticano,dopo aver appreso la vittoria della propria squandra in patria.

A quanto risulta il papa non ne è rimasto turbato.


Fonti Wikipedia

Fonti del post

Saluti Sandro

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Share/Save/Bookmark
Che ne pensi?
Lascia un commento…

Sapevi che i primi 7 secondi di una conversazione sono fondamentali per dare una giusta impressione e per impressionare positivamente?

Se nei primi 7 secondi hai la capacità di fare una buona impressione,avrai fra le tue mani una componente essenziale per il successo.

La prima impressione si basa quasi esclusivamente sul potere della comunicazione non verbale:la stretta di mano,lo sguardo,il tono di voce sono elementi molto potenti.

In questi 7 secondi il tuo interlocutore prende un piccolo campione della tua personalità e questo farà da filtro a tutte le future informazioni che ti riguarderanno.

Ecco come il tuo interlocutore si farà un idea di te:

Assimilerà le informazioni iniziali notando il linguaggio corporeo,quello che dici e il modo in cui lo dici.

Da qui si farà una sua impressione riguardo al tuo modo di essere e al comportamento che si aspetterà da te in futuro.

In seguito ti osserverà sempre attraverso questo filtro,quello che la prima impressione,ovvero
i famosi 7 secondi,hanno creato.

Capire questo processo è importantissimo.

La mente umana tende a considerare il comportamento di una persona appena conosciuta come indicativo del suo carattere o della sua personalità anche quando questo potrebbe non corrispondere alla realtà.

Se incontri una persona incazzata,la tua mente è portata a credere che questo sia un segno distintivo del suo carattere,senza pensare che magari potrebbe esserle capitato qualcosa che ha provocato in lui quella specifica reazione:l’incazzatura.

Magari qualcuno le ha tagliato la strada o ha ricevuto cattive notizie.

E’ un errore che noi tutti commettiamo:non ci fermiamo a considerare che il comportamento altrui può essere semplicemente il risultato di una situazione esterna momentanea.

Non è così invece quando dobbiamo valutare il nostro atteggiamento.

Infatti se ci capita di essere incazzati,sappiamo bene che ciò non rappresenta,mi auguro,una caratteristica propria della nostra personalità.

La nostra mente potrebbe supporre che una persona che abbia mostrato una caratteristica positiva ,ne possieda,molte altre.

Ad esempio:si potrebbe pensare che un tipo allegro sia anche brillante,simpatico,di successo nonostante non si abbia avuto alcuna prova a riguardo.

Così come una persona che si lamenta in continuazione verrà considerata noiosa,scontrosa e debole.

Comprendendo i più comuni errori di percezione capirai meglio come gli altri si fanno un’opinione di te,durante il primo incontro.

E ti troverai in una posizione avvantaggiata che ti permetterà di presentare un’accurata immagine di te stesso.

Chi ti sta di fronte coglierà soltanto una minima percentuale di ciò che sei,e sarà portato a pensare che essa in realtà,rifletta la tua vera personalità.

Sapendo questo,farai attenzione a scegliere le informazioni che desidererai comunicare.

Inoltre,consapevole che l’ordine ha la sua importanza,cercherai di mostrare prima tutte le tue qualità migliori,tralasciando le altre.

Partendo da un singolo atteggiamento gli altri ti attribuiranno un insieme di caratteristiche ad esso conformi.

Probabilmente,farai in modo di decidere il tipo di insieme a cui vorrai essere associato.

In poche parole conoscendo i meccanismi di base dai quali sarai percepito e classificato avrai un maggior controllo sull’immagine da te trasmessa e potrai esser sicuro che rappresenti davvero la tua personalità.

Fonti:

Demarais/White “La prima impressione”

Saluti Sandro

Cosa ne pensi?Lascia un commento…

The Body Language Watcher

Nasce una nuova figura di studioso
molto simile al Birdwatcher (osservatore di uccelli):

il Body Language Watcher.

L’osservatore del linguaggio del corpo.
Della comunicazione non verbale.
Proprio come il birdwatcher osserva gli uccelli e ne studia il comportamento,il bodywatcher si diverte
a esaminare i segnali non verbali umani nelle occasioni relazionali più svariate come in aeroporto,alle stazioni,al bar,in spiaggia,in coda a uno sportello,in ufficio,in TV o in qualsiasi altro contesto sociale.
Il Body Language Watcher è uno studioso del comportamento che valuta le azioni dei propri simili in modo da approfondire
la conoscenza di sè stesso e da migliorare le proprie relazioni con gli altri.

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Prova a dedicare 10 minuti al giorno ad osservare i segnali non verbali delle persone.
E 10 minuti a prestare attenzione alla tua gestualità.
I luoghi più indicati per provare questo esercizio sono i posti dove la gente si incontra ed interagisce:le stazioni dei treni o gli aeroporti sono ottimi per studiare l’intera gamma dei gesti umani associati a sentimenti di desiderio,rabbia,dolore,felicità,impazienza,e tanti altri ancora.
Sono validi anche gli ambienti di lavoro o gli eventi sociali come le feste.
Prova ad andare ad un party:siediti in un angolo e osserva.
Ti divertirai ad osservare quanti messaggi non verbali si scambieranno gli invitati.
La TV è un’altra buona scuola.
Fai una prova:azzera l’audio e cerca di capire il dialogo guardando soltanto le immagini.
Ogni tanto alza il volume per verificare che la tua interpretazione sia corretta.
In poco tempo sarai in grado di guardare un intero programma e a capirne lo svolgimento
senza audio.
Imparare a interpretare la comunicazione del corpo ti aiuterà a individuare le tecniche di predominio e la manipolazione del prossimo.
Ma anche ad essere più sensibile nei confronti degli stati d’animo e dei sentimenti altrui.

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Nella vita di tutti i giorni diamo massima importanza alle parole che pronunciamo.
Spesso siamo convinti che l’unico mezzo di comunicazione infallibile sia la parola.
Ma nella realtà,le cose non vanno precisamente così.
Perche trascuriamo il fatto che anche il nostro corpo parla,comunica,invia messaggi e il suo linguaggio ha un’importanza determinante.

Secondo recenti studi,quando vogliamo comunicare qualcosa,
il linguaggio verbale,cioè quello che diciamo,incide soltanto per il 7% del totale.
La comunicazione non verbale,cioè il linguaggio dei gesti(ciò che vediamo,ma che non sentiamo) corrisponde al 55%.
Mentre il restante 38% è dato dal tono di voce.
Difficile crederci?
Basta fare una prova:Provate a dire a qualcuno che conoscete che siete felice di vederlo,ma diteglielo sbadigliando o magari con una smorfia di disgusto.
Quale sarà il risultato?Che non vi crederà affatto.
Perchè come abbiamo detto le parole equivalgono soltanto al 7%.
Altro esempio:provate ad immaginare una donna che dice al suo uomo che è un delinquente,un disgraziato,ma lo dice accarezzandolo sensualmente,con voce flautata e occhi languidi.
Vedrete che prenderà le sue parole come complimenti.
La comunicazione non verbale è inconscia,automatica,involontaria.
Conoscerla serva a capire qualcosa circa le intenzioni,le emozioni e a volte i pensieri del nostro interlocutore.
Ma serve anche a conoscere meglio se stessi e a comunicare in maniera più efficace,
eliminando tutti gli elementi che creano malintesi e generano confusione e imbarazzo.
I messaggi che inviamo involontariamente tutti i giorni sono di vario tipo e interessano diverse zone del nostro corpo.
Vediamo quali sono i più importanti.
Nel viso il centro nevralgico più importante è la bocca.
Solitamente trasmette segnali che indicano apprezzamento.
Accarezzarsi le labbra,mordicchiarsele o,meglio ancora,passarci sopra la lingua
indica un notevole gradimento da parte del nostro interlocutore.
Spostare il busto o il corpo in avanti,verso di noi,simboleggia un avvicinamento psicologico nei nostri confronti;
tenere un atteggiamento aperto,con braccia aperte e gambe non incrociate,denota cordialità e disponibilità.
Alcuni gesti hanno una valenza seduttiva:accarezzarsi icapelli o giocare con una collana,da parte della donna,
o aggiustarsi la cravatta,classico simbolo fallico,da parte degli uomini.
A differenza di questi ultimi,ci sono dei segnali che indicano un rifiuto,
un non gradimento nei confronti di una persona o di una situazione.
Il naso è il centro di queata tipologia di segnali.
Se mentre sto parlando l’interlocutore si gratta il naso ripetutamente
può significare che l’argomento genera in lui una forte tensione.
Si potrebbe obiettare:ma come,
non ci si può nemmeno grattare il naso solo e soltanto perchè prude?
Certo che sì.
Ma il prurito è una conseguenza della dilatazione dei capillari che reagiscono a situazioni di stress.
E se la persona che si gratta è stressata ci sarà un motivo.
Anche spostare il corpo indietro,lontano dall’interlocutore,non è un buon segnale:
equivale a prendere le distanze da lui.
E ovviamente,gambe accavallate e braccia conserte sono segnale di chiusura.
Ma anche qui bisogna stare attenti.
Non è detto che chi si assume questa postura sia sempre ostile:forse si sta solo rilassando in una posozione comoda.
Leggende vuole che un giorno chiesero a Sigmund Freud,
fondatore della psicanalisi e accanito fumatore di sigari,
un commento sul significato psicoanalitico del fumare.
La sua risposta fu:”A volte un sigaro è solo un sigaro”.

Buone vendite!

Sandro

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Il linguaggio del corpo: il libro definitivo sulla comunicazione non verbale

ISBN: 9788817023764

Prezzo € 11,00

Compralo su Macrolibrarsi

La comunicazione non verbale

ISBN: 9788838468926

Prezzo € 9,00

Compralo su Macrolibrarsi

Introduzione alla comunicazione multimodale

ISBN: 8843038389

Prezzo € 16,80

Compralo su Macrolibrarsi

Uno dei più stimati trainer di PNL insegna come capire più profondamente i messaggi comunicativi di chi ci sta di fronte

Prezzo € 48,00

Compralo su Macrolibrarsi

42 ebook gratis
Parole per vendere
La Vendita Win-Win


Messaggi subliminali nel tuo pc
I Principi di Stephen R. Covey
I Principi di Stephen R. Covey - Libro
Gli insegnamenti dell'autore di management più influente degli ultimi 20 Anni in una selezione tratta dai suoi più efficaci best sellers
€ 15
Organizzati la Vita!
Archivio
Categorie